Debora | 4 novembre 2017 | assistente virtuale

Le ricette digitali dell’assistente virtuale per artigiani e commercianti

Come unire il mondo offline e online se sei un artigiano, un commerciante o se hai una piccola impresa

Qualunque sia il tuo settore specifico, la strada migliore da percorrere per farti conoscere è quella di unire il più possibile il mondo offline con quello online.

Il modello di riferimento più adatto è quello chiamato omnichannel e il principio sul quale si basa è proprio l’integrazione tra i negozi, botteghe, uffici (i punti fisici) e il mondo online. Ovvero l’utilizzo di più canali integrati per vendere prodotti o servizi.

Non è più possibile ragionare per settori separati e intraprendere azioni di marketing senza opportuni collegamenti.

Negozi fisici e canali online devono essere considerati un unico mondo.

negozi

Sembra scontato, ma mi capita di parlare con proprietari di piccoli negozi o artigiani in merito a social network o siti web e di sentirmi dire come queste cose non li riguardino, proprio come avevamo visto in questo articolo sulle realtà aziendali che non vogliono seguire i cambiamenti.

Anche se i prodotti o i servizi che vendi si trovano esclusivamente nel tuo negozio fisico, l’online ti riguarda anche se non ci vuoi essere. Prima dell’acquisto le persone cercano informazioni, sia in merito al prodotto che vorrebbero acquistare e sia su chi vende il determinato prodotto. E questa parte di ricerca avviene sostanzialmente in due modi che si rafforzano a vicenda e sono strettamente collegati: con le informazioni trovate online e con il passaparola.

Oltre alle azioni da mettere in pratica, la prima cosa sulla quale puntare è la coerenza. Le persone si aspettano di sentire lo stesso clima o di avere lo stesso trattamento sia in negozio che online. La coerenza aumenta la fiducia e la credibilità ed evita la sensazione di delusione passando da un canale all’altro.

Questo perché la fase di acquisto non prevede un percorso lineare, la persona interessata usa più strumenti e canali prima di comprare. Visita pagine dal computer, continua la ricerca dal cellulare, poi scrive in chat, va su Facebook, chiede informazioni e pareri nei gruppi, passa in negozio, torna online, ecc.

Questo meccanismo non si ferma nemmeno dopo l’acquisto. Gli acquirenti continueranno a parlare dell’esperienza avuta anche successivamente consigliando o sconsigliando il prodotto o il negozio.

Se non racconti per primo chi sei e cosa fai online, lo farà qualcun altro per te e a modo suo.

piccole attivita

I dati

Se non sei convinto, guarda questi dati del report Digital in 2017 realizzato in collaborazione da We Are Social e Hootsuite.

Sono messi in evidenza dati e comportamenti molto interessanti.
Per quanto riguarda l’Italia, ecco i punti principali:

“Durante il 2016, il numero di persone che si sono connesse a internet è cresciuto del 4% rispetto all’anno precedente (39.21 milioni di persone), e dell’11% quello relativo all’uso dei social media (17% se osserviamo le persone che accedono a piattaforme social da dispositivi mobile – per un totale di 28 milioni, che corrisponde a una penetrazione del 47%).”

“Gli italiani si connettono sempre di più e lo fanno sempre più spesso usando i propri smartphone, come testimonia anche il volume di traffico internet generato da diversi dispositivi.”

“Social media, mobile, ma anche fruizione di video. Le persone fruiscono sempre di più di questo tipo di contenuti.”

“Il 51% della popolazione online usa applicazioni di messaging dai propri dispositivi mobile.”

“Gli italiani dimostrano di essere decisamente propensi alla fruizione di contenuti, sempre più in mobilità.”

“Facebook: il 74% degli italiani che lo usano, lo fanno ogni giorno.”

store

Cosa potresti fare nello specifico?

Oltre alla base che prevede di costruire (direi coltivare) una solida e valida presenza online (sito web, blog, profili social, Google My Business, newsletter, landing page, ecc.) cosa potresti fare per offrire la migliore esperienza possibile offline e online?

  1. Realizza dei brevi video, dei tutorial o delle presentazioni per poi organizzare dei veri corsi o approfondimenti nel tuo negozio.
  2. Crea un gruppo chiuso su Facebook e invita le persone che arrivano da te a iscriversi.
  3. Cura la newsletter e invia offerte speciali agli iscritti o invita le persone a eventi speciali in negozio.
  4. Metti a disposizione dei clienti degli iPad oppure associa ai prodotti che esponi un QR code per permettere alle persone di vedere maggiori informazioni, video tutorial o la pagina delle FAQ.
  5. Raccogli online le preferenze sui prodotti e visualizza i risultati all’interno del negozio sotto forma di classifica dei più apprezzati.
  6. Scatta delle foto pubblicando sulla pagina Facebook delle alternative e chiedendo pareri e preferenze.
  7. Realizza dei questionari online per conoscere meglio i tuoi clienti e invita chi viene in negozio a partecipare.
  8. Offri la possibilità di ordinare online e di ritirare in negozio, o al contrario scegliere in negozio e far consegnare il prodotto a casa.
  9. Rendi “digitali” volantini e riviste dando la possibilità di seguire online approfondimenti, offerte speciali o i profili social collegati.
  10. Invece di realizzare le card di fidelizzazione cartacee con i classici timbrini da aggiungere a ogni acquisto, realizza la stessa cosa online dando la possibilità alle persone di avere le card digitali sempre a disposizione e di controllare quanto accumulato (tramite l’area riservata del sito web oppure realizzando un’applicazione specifica).

Tutto questo è un vero lavoro e come tale va fatto bene, se l’idea di occupartene ti spaventa, se non hai il tempo da dedicare o se non sai da dove iniziare, delega questa parte importante a dei professionisti. Non si tratta di un costo, ma di un investimento per la tua attività.

Segui le altre ricetti digitali!

Le ricette digitali dell’assistente virtuale per le librerie
Le ricette digitali dell’assistente virtuale per freelancer e creativi
Le ricette digitali dell’assistente virtuale per Hair Stylist, Barber Shop e Beauty Salon